EIC Accelerator: potenziare innovazioni rivoluzionarie con entusiasmanti opportunità di finanziamento!

Scopri le opportunità con EIC Accelerator: accendere innovazione e crescita! Scopri un mondo di opportunità con EIC Accelerator, un programma di finanziamento potenziante offerto da European Innovation Council (EIC), un attore chiave nel quadro di Orizzonte Europa. Questa iniziativa dinamica è dedicata allo sviluppo delle aziende innovative che sono in prima linea nelle scoperte tecnologiche e nelle scoperte scientifiche nel dominio DeepTech. Con EIC Accelerator, il tuo progetto visionario potrebbe garantire fino a 2,5 milioni di euro in finanziamenti a fondo perduto, integrati dal potenziale di ulteriori 15 milioni di euro in finanziamenti azionari. Trasformiamo le vostre idee pionieristiche in successi tangibili e modelliamo insieme il futuro! Esplora l'entusiasmante gamma di tecnologie idonee al finanziamento EIC Accelerator! Fin dalla sua istituzione nel 2021, EIC Accelerator ha orgogliosamente rafforzato un portafoglio dinamico di oltre 400 beneficiari, mettendo in mostra un vivace arazzo di settori, dall'hardware pionieristico ad alta intensità di capitale alle rivoluzionarie iniziative di puro software, il tutto con un'enfasi sul regno all'avanguardia di DeepTech. A braccia aperte, l’EIC Accelerator abbraccia una vasta gamma di innovazioni tecnologiche, a condizione che siano in armonia con le politiche dell’UE, evitando, tra le altre, le applicazioni militari. Inoltre, EIC Accelerator ogni anno mette in luce alcune tecnologie pionieristiche con le sue sfide tecnologiche, celebrando e accelerando la spinta verso un futuro brillante e tecnologicamente all'avanguardia. Scopri il livello di maturità tecnologica ideale per il successo di EIC Accelerator! Eleva la tua tecnologia innovativa a nuovi livelli con il supporto di EIC Accelerator! Se la tua tecnologia è pari o superiore al Technology Readiness Level (TRL) 5, dove è già stata convalidata in un ambiente pertinente, sei in una posizione eccellente per presentare domanda. EIC Accelerator sostiene lo sviluppo di prototipi e dimostrazioni di prove di concetto, cercando attivamente di promuovere le tue scoperte da TRL 5 in poi. E non è tutto! Il viaggio continua senza soluzione di continuità con le opportunità di sovvenzione disponibili per le tecnologie che hanno raggiunto il livello TRL 6 o 7, garantendo una progressione graduale verso la disponibilità sul mercato. Per le innovazioni eccezionali maturate fino a TRL 8, EIC Accelerator offre la prospettiva unica di investimenti azionari puri. Preparati ad accelerare la tua tecnologia con il supporto dinamico e di supporto di EIC Accelerator! Esplora le entusiasmanti opportunità di finanziamento con EIC Accelerator! Benvenuto nel mondo dinamico di EIC Accelerator, dove potenziamo le aziende innovative con una suite di opzioni di finanziamento su misura per spingere la tua azienda all'avanguardia nel tuo settore! Approfitta delle nostre generose sovvenzioni fino a 2,5 milioni di euro per rilanciare le tue iniziative senza rinunciare al capitale proprio. Oppure, se desideri sostenere la tua crescita con un significativo apporto di capitale, esplora la nostra opzione azionaria con investimenti fino a 15 milioni di euro, in cui il Fondo EIC diventa un orgoglioso stakeholder del tuo successo. Non puoi scegliere tra i due? La nostra finanza mista combina il meglio di entrambi i mondi, offrendo fino a 17,5 milioni di euro in fondi, garantendoti la flessibilità e le risorse per raggiungere nuove vette. Scegli il tipo e l'importo del finanziamento che si allinea perfettamente alle ambizioni della tua azienda e, in quei casi straordinari in cui la tua visione richiede un quadro finanziario ancora più ampio, siamo pronti a discutere opportunità di finanziamento più ampie. Con EIC Accelerator il potenziale del tuo business non conosce limiti! Scatena la tua innovazione: inizia il percorso del tuo candidato! Scopri i pionieri: festeggiamo i destinatari del finanziamento EIC Accelerator! Preparati per un'opportunità elettrizzante con EIC Accelerator! Se sei un'azienda dinamica a scopo di lucro registrata in uno dei paesi idonei designati, sei nel posto giusto per alimentare la tua innovazione e crescita. Ma non è tutto: anche individui visionari e investitori lungimiranti sono calorosamente invitati a unirsi a questo viaggio! Assicurati solo di creare la tua azienda prima che l'inchiostro sul contratto di sovvenzione si asciughi. La tua impresa dovrebbe essere una piccola e media impresa (PMI) indipendente, caratterizzata da un team vivace composto da meno di 250 persone e da una solida salute finanziaria con un fatturato pari o inferiore a 50 milioni di euro e un totale di bilancio non superiore a 43 milioni di euro. Sali a bordo e lascia che EIC Accelerator spinga la tua attività a nuovi traguardi! Scopri le entusiasmanti opportunità: tutti i paesi dell'UE sono invitati a presentare domanda per EIC Accelerator! Il EIC Accelerator rappresenta un'entusiasmante opportunità per aziende e imprenditori innovativi in tutta l'UE-27, tra cui Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica di Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Svezia, nonché i rispettivi territori. Questa vivace piattaforma offre ai visionari provenienti da ogni angolo dell'UE un punto di accesso per portare in primo piano le loro idee rivoluzionarie e guidare il panorama dell'innovazione europea verso un futuro luminoso e dinamico! Scopri come gli innovatori internazionali possono unirsi all'avventura EIC Accelerator! Siamo entusiasti di annunciare che attraverso i nostri accordi di associazione con Horizon Europe, è stato aperto un mondo di opportunità per aziende e individui in una serie impressionante di paesi! Se risiedi in Albania, Armenia, Bosnia ed Erzegovina, Isole Faroe, Georgia, Islanda, Israele, Kosovo, Moldavia, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia, Tunisia, Turchia, Ucraina, Marocco o Regno Unito ( Solo sovvenzione), preparati a dare vita alle tue idee innovative con EIC Accelerator. Questa è la tua occasione per entrare a far parte di una vivace comunità di pensatori lungimiranti e rivoluzionari. Candidati ora e diamo forma al futuro insieme! Scopri come EIC Accelerator può promuovere il tuo percorso di innovazione! Scopri il tuo potenziale: svelare storie di successo con EIC Accelerator! Intraprendi un viaggio emozionante con EIC Accelerator, dove ogni applicazione è un'opportunità per brillare! Anche se apprezziamo lo spirito competitivo, i tassi di successo esatti per ciascuna delle nostre tre fasi di valutazione dinamica rimangono una sorpresa ben custodita. Tuttavia, si stima che un impressionante 5% di candidati o più passino trionfalmente dallo Step 1 allo Step 3, dimostrando vera innovazione e potenziale. Tieni presente che le percentuali di successo possono aumentare a seconda del budget annuale di EIC Accelerator e del numero elevato di domande per ciascuna chiamata. Inoltre, che si tratti di una chiamata aperta o di una sfida personalizzata, le possibilità di successo possono variare, evidenziando che con l'idea giusta e un'esecuzione eccellente, il tuo progetto... Per saperne di più

Assegnazione di risorse finanziarie per catalizzare innovazioni tecnologiche rivoluzionarie attraverso il programma EIC Accelerator

Comprendere l'acceleratore European Innovation Council: una panoramica completa del suo scopo, caratteristiche e opportunità per imprenditori visionari L'acceleratore European Innovation Council (EIC) rappresenta una componente fondamentale della suite completa di iniziative di finanziamento di Orizzonte Europa, meticolosamente progettate per sostenere le aziende all'avanguardia che sono al in prima linea nello sfruttamento di progressi tecnologici radicali o intuizioni scientifiche rivoluzionarie, note collettivamente come Deep Technology (DeepTech). Con un quadro finanziario che comprende fino a 2,5 milioni di euro sotto forma di sovvenzioni non diluitive e il potenziale per un massimo di 15 milioni di euro in investimenti azionari per singolo progetto, il EIC Accelerator orchestra un solido meccanismo per promuovere progetti ad alto rischio e ad alto rischio. impatto sulle innovazioni dal concetto alla realizzazione sul mercato. Questa infusione strategica di capitale mira a catalizzare le traiettorie di crescita delle start-up e delle PMI mentre affrontano le difficili fasi di sviluppo del prodotto, espansione e implementazione sul mercato. Panoramica completa delle tecnologie mirate ammissibili al finanziamento attraverso il programma EIC Accelerator Fin dal suo inizio nel 2021, il programma Accelerator European Innovation Council (EIC) ha supportato oltre 400 imprese pionieristiche, in uno spettro diversificato di settori. Ciò include le iniziative impegnate nello sviluppo di soluzioni hardware ad alta intensità di capitale nonché quelle focalizzate esclusivamente sull’innovazione e l’implementazione di prodotti software sofisticati, con particolare enfasi sui domini della Deep Technology (DeepTech). L’EIC Accelerator mantiene una posizione aperta verso una vasta gamma di progressi tecnologici e non impone vincoli tecnologici generali ai suoi richiedenti. Tuttavia, per rimanere coerenti con le direttive UE, le tecnologie con potenziali applicazioni militari sono esenti da considerazione. Oltre a questo ampio ambito di innovazione, il programma EIC Accelerator identifica e promuove una serie di sfide tecnologiche su base annuale. Queste sfide sono progettate per mettere in luce e incentivare il progresso in aree tecnologiche specifiche che sono ritenute strategicamente importanti e hanno un alto potenziale di impatto sociale all’interno dell’Unione Europea. Valutazione del livello di maturità richiesto affinché una tecnologia possa qualificarsi per il programma EIC Accelerator Il programma Acceleratore European Innovation Council (EIC) si rivolge specificamente alle innovazioni che hanno raggiunto un minimo di Technology Readiness Level (TRL) 5, una fase caratterizzata dalla validazione della tecnologia all'interno di un ambiente che rispecchia fedelmente le condizioni del mondo reale. A questo livello, ci si aspetta che l’innovazione sia progredita oltre le fasi teoriche, incorporando un prototipo tangibile o una prova di concetto dimostrabile che ne sostanzia l’efficacia e il potenziale. I candidati che cercano supporto finanziario da EIC Accelerator possono richiedere un finanziamento se la loro tecnologia è avanzata a TRL 6 o TRL 7. A TRL 6, la tecnologia deve essere stata dimostrata in un ambiente pertinente, dimostrando la sua capacità di funzionare in condizioni simili a quelle previste utilizzo. L'ulteriore progressione verso TRL 7 indica che il prototipo è stato sottoposto a dimostrazione del prototipo del sistema in un ambiente operativo, offrendo una convalida più completa delle sue prestazioni e idoneità. Per le tecnologie che hanno raggiunto TRL 8, dove il sistema attuale è stato completato e qualificato attraverso test e dimostrazioni, EIC Accelerator offre l'opportunità di richiedere investimenti azionari puri. Questa opzione di finanziamento è progettata per sostenere le fasi finali dello sviluppo e della scalabilità della tecnologia, facilitando la transizione da un concetto innovativo a un prodotto o una soluzione pronta per il mercato. Esplorazione della gamma di supporto finanziario offerto attraverso il programma EIC Accelerator L'acceleratore European Innovation Council (EIC) fornisce un solido supporto finanziario su misura per le esigenze delle aziende pronte per la crescita e l'espansione del mercato. Le imprese qualificate possono accedere a sostanziali finanziamenti attraverso tre strumenti distinti: 1. Finanziamento con sovvenzioni: il EIC Accelerator offre finanziamenti con sovvenzioni non diluitive fino a 2,5 milioni di euro, assegnati come somma forfettaria per supportare attività quali prova di concetto, prototipazione, sviluppo di sistemi, pilotaggio, convalida e test in ambienti reali, nonché replica sul mercato. 2. Finanziamento azionario: per le imprese che cercano un meccanismo di finanziamento più consistente, EIC Accelerator può fornire investimenti azionari fino a 15 milioni di euro. Questa componente azionaria è facilitata attraverso il Fondo EIC o le sue affiliate e comporta uno scambio calcolato di capitale per una partecipazione strategica nella società del richiedente. Ciò consente un sostegno finanziario più consistente, consentendo il ridimensionamento e una crescita significativa senza la necessità di ripagare l’investimento come un prestito tradizionale. 3. Finanza mista: le aziende che necessitano di una sinergia tra sovvenzioni e sostegno azionario possono beneficiare della finanza mista, che prevede una combinazione di entrambi i tipi di finanziamento, fino a un tetto complessivo di 17,5 milioni di euro. Questo modello di finanziamento ibrido è strutturato per sfruttare i vantaggi del finanziamento tramite sovvenzione insieme alla considerevole infusione di capitale offerta dal finanziamento azionario, fornendo così un pacchetto finanziario completo. I candidati possiedono la flessibilità necessaria per determinare il modello di finanziamento che meglio si allinea ai loro obiettivi strategici e alla portata del loro progetto di innovazione. Possono personalizzare la loro richiesta per includere il tipo di finanziamento desiderato (sovvenzione, capitale o blended finance) e specificare l'importo che riflette le loro esigenze. Inoltre, nelle circostanze in cui la portata e l’ambizione del progetto di innovazione giustificano un investimento maggiore, EIC Accelerator è aperto a prendere in considerazione richieste che superano i massimali di finanziamento standard. Questi casi eccezionali vengono valutati in base ai loro meriti individuali, garantendo che le aziende più innovative e dirompenti abbiano accesso al capitale necessario per raggiungere il loro pieno potenziale di mercato. Panoramica dettagliata del background aziendale e innovativo del richiedente EIC Accelerator Criteri di ammissibilità e tipi di entità qualificate per il finanziamento EIC Accelerator Le entità che cercano finanziamenti attraverso il programma di accelerazione European Innovation Council (EIC) devono essere principalmente piccole e medie imprese (PMI) a scopo di lucro legalmente costituite all’interno di uno Stato membro o di un paese associato ritenuto idoneo alla partecipazione. Tuttavia, il quadro accoglie anche le richieste di singoli imprenditori e investitori, con la clausola che una società qualificata debba essere costituita prima dell’esecuzione formale del contratto di convenzione di sovvenzione. Per qualificarsi come PMI secondo le linee guida EIC Accelerator, l'impresa deve essere autonoma, non collegata o associata ad aziende più grandi che non rientrano nella classificazione delle PMI. La PMI dovrebbe avere una forza lavoro inferiore a 250 persone e deve presentare un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro o un totale di bilancio... Per saperne di più

Finanziamento di scoperte pionieristiche attraverso il progetto EIC Accelerator

Una panoramica del programma di accelerazione European Innovation Council Il EIC Accelerator, una stimata iniziativa di finanziamento sotto gli auspici del European Innovation Council (EIC) e parte integrante del quadro Orizzonte Europa, è dedicato a fornire un sostanziale sostegno finanziario alle imprese pionieristiche. Questo programma si concentra sulle organizzazioni che sono in prima linea nel portare avanti le innovazioni tecnologiche o nello sfruttare il potenziale delle scoperte scientifiche nel campo della Deep Technology (DeepTech). I progetti ammissibili possono ricevere fino a 2,5 milioni di euro sotto forma di sovvenzioni, integrate dall’opzione di finanziamento azionario fino a 15 milioni di euro, favorendo la crescita e la scalabilità di iniziative innovative. Panoramica delle tecnologie finanziate nell'ambito del programma EIC Accelerator Fin dal suo inizio nel 2021, l'acceleratore European Innovation Council (EIC) ha supportato una gamma diversificata di oltre 400 imprese, che abbracciano una moltitudine di settori. Questi beneficiari includono iniziative impegnate in operazioni hardware ad alta intensità di capitale, nonché quelle dedicate a iniziative puramente basate sul software, con una forte enfasi sulle innovazioni della tecnologia profonda. L’EIC Accelerator mantiene un ampio ambito tecnologico senza restrizioni generali, a condizione che le tecnologie proposte aderiscano alle direttive dell’Unione Europea e non supportino applicazioni militari o campi correlati. Inoltre, EIC Accelerator sottolinea il suo impegno nel far avanzare tecnologie pionieristiche enfatizzando annualmente specifiche sfide tecnologiche, evidenziando così aree di interesse strategico e potenziale crescita all’interno dell’ecosistema dell’innovazione. Valutazione del livello di preparazione tecnologica per l'idoneità EIC Accelerator L'acceleratore European Innovation Council (EIC) fornisce supporto finanziario per il progresso delle tecnologie che hanno raggiunto un minimo di livello di preparazione tecnologica (TRL) 5, che è caratterizzato dalla convalida della tecnologia all'interno di un ambiente operativo pertinente . Per qualificarsi per il finanziamento, in genere ci si aspetta che i candidati abbiano sviluppato un prototipo o stabilito una prova di concetto che dimostri l'efficacia della tecnologia. Inoltre, le entità le cui tecnologie sono progredite fino al livello TRL 6 o 7 possono richiedere finanziamenti per promuovere il loro sviluppo. Per le tecnologie che sono avanzate fino a TRL 8, EIC Accelerator può offrire opzioni di puro investimento azionario per facilitarne l’ingresso nel mercato e lo scale-up. Panoramica dei flussi di finanziamento disponibili attraverso il EIC Accelerator L'Acceleratore European Innovation Council (EIC) fornisce sostegno finanziario alle imprese attraverso tre distinti meccanismi di finanziamento: sovvenzioni fino a 2,5 milioni di euro, che non sono diluitive ed erogate come pagamenti forfettari; Investimenti azionari fino a 15 milioni di euro effettuati dal Fondo EIC o dalle sue affiliate in cambio di azioni della società; e Blended Finance, che unisce sia finanziamenti Grant che Equity fino a un massimo di 17,5 milioni di euro. I potenziali richiedenti hanno la facoltà di selezionare il tipo di finanziamento preferito e l'importo corrispondente in linea con le loro esigenze aziendali. In circostanze straordinarie, i richiedenti possono essere presi in considerazione per stanziamenti di finanziamento che superano le soglie standard. Profilo del richiedente per il programma EIC Accelerator Criteri di ammissibilità per i destinatari dei finanziamenti EIC Accelerator Le entità idonee per EIC Accelerator includono le piccole e medie imprese (PMI) a scopo di lucro debitamente registrate in un paese qualificante. Inoltre, individui o investitori possono presentare domanda anche a condizione che costituiscano una società prima della stipula del contratto di sovvenzione. Per qualificarsi, queste aziende devono aderire alla definizione di PMI dell’Unione Europea, che prevede il mantenimento di una forza lavoro inferiore a 250 persone e un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro o un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro, garantendo così l’autonomia dell’impresa. Criteri di ammissibilità: Stati membri dell'UE partecipanti al EIC Accelerator Il programma EIC Accelerator estende la sua ammissibilità a entità e imprenditori in tutta l'Unione Europea, comprendendo tutti i 27 stati membri, tra cui Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Svezia, nonché i rispettivi territori affiliati. Questa accessibilità globale garantisce eque opportunità per l’innovazione e lo sviluppo delle imprese in tutta l’Unione. Criteri di ammissibilità per la partecipazione di paesi extra-UE al programma EIC Accelerator L'acceleratore European Innovation Council (EIC) conferma l'esistenza di accordi di associazione con Horizon Europe che consentono a entità e individui provenienti da un insieme consolidato di paesi terzi di partecipare al programma. Possono richiedere finanziamenti i richiedenti ammissibili dei seguenti paesi associati: Albania, Armenia, Bosnia ed Erzegovina, Isole Faroe, Georgia, Islanda, Israele, Kosovo*, Repubblica di Moldavia, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia, Tunisia, Turchia, Ucraina, Marocco e Regno Unito (che ha diritto alla partecipazione con sola sovvenzione). * Questa designazione non pregiudica le posizioni sullo status ed è in linea con l'UNSCR 1244/1999 e con il parere della ICJ sulla dichiarazione di indipendenza del Kosovo. Determinare l'idoneità per il programma EIC Accelerator: è la soluzione giusta per la tua azienda? Analisi delle metriche di successo e dei rapporti di approvazione di EIC Accelerator EIC Accelerator garantisce trasparenza ed equità nei suoi processi di valutazione; tuttavia, i tassi di successo precisi per ciascuna delle tre distinte fasi di valutazione non vengono pubblicati di routine. Ciononostante, si stima che il tasso di successo cumulativo per i progetti che avanzano dalla Fase 1 alla Fase 3 sia pari o inferiore alla soglia 5%. È importante notare che questo tasso è soggetto a fluttuazione, influenzato da fattori quali le dotazioni di budget annuali di EIC Accelerator, il volume delle iscrizioni per data limite designata e la natura specifica del bando, che si tratti di un bando aperto o di sfide. chiamata. Di conseguenza, i candidati potrebbero riscontrare tassi di successo variabili in linea con questi parametri. Valutare l'idoneità della tua azienda al programma EIC Accelerator Il EIC Accelerator dà priorità all'approvazione di iniziative che sono in prima linea nell'innovazione, caratterizzate da progressi tecnologici dirompenti con una profonda base DeepTech, o di natura scientifica o tecnica significativa. Il mandato di EIC Accelerator è quello di sostenere le imprese ad alto rischio e ad alto potenziale che presentano una chiara strategia per l'implementazione sul mercato. Storicamente, EIC Accelerator ha fornito sostegno finanziario a una vasta gamma di scoperte scientifiche, nonché a imprese di software, piattaforme SaaS (Software as a Service) e persino ad aziende fortemente capitalizzate con traiettorie di rischio relativamente inferiori. Criteri di ammissibilità e valutazione... Per saperne di più

Comprensione dei livelli di preparazione tecnologica (TRL) nel contesto di EIC Accelerator

Comprendere i TRL: il percorso dal concetto all'implementazione I livelli di preparazione tecnologica (TRL) forniscono un quadro sistematico per valutare la maturità di una tecnologia. Questa scala, che va da TRL1 a TRL9, delinea l’evoluzione dalla ricerca di base a un sistema pienamente operativo. Di seguito è riportato un esempio dettagliato per ciascun TRL, utilizzando un ipotetico tipo di tecnologia, come ad esempio un nuovo sistema di pannelli solari. TRL1 – Principi di base osservati: in questa fase iniziale viene condotta la ricerca scientifica di base, concentrandosi sull’osservazione dei principi che potrebbero essere alla base della nuova tecnologia. Ad esempio, la scoperta di un nuovo materiale fotovoltaico che potrebbe potenzialmente aumentare l’efficienza dei pannelli solari. TRL2 – Formulazione del concetto tecnologico: qui vengono sviluppati i concetti iniziali per l'applicazione del nuovo materiale nei pannelli solari. Questa fase prevede il lavoro teorico e la progettazione iniziale, senza alcuna verifica sperimentale. TRL3 – Proof of Concept sperimentale: il nuovo materiale viene testato in un ambiente di laboratorio per convalidare il concetto. Ciò include esperimenti su piccola scala per dimostrare la sua efficienza nel convertire la luce solare in elettricità. TRL4 – Tecnologia validata in laboratorio: la tecnologia viene sottoposta a ulteriore sviluppo in laboratorio, con test condotti per affinare il concetto e migliorarne la funzionalità in condizioni controllate. TRL5 – Tecnologia convalidata nell'ambiente pertinente: un prototipo di pannello solare che utilizza il nuovo materiale viene testato in un ambiente controllato, ma più realistico, come un ambiente esterno simulato con condizioni di luce variabili. TRL6 – Tecnologia dimostrata in un ambiente rilevante: il prototipo viene ora testato in un ambiente reale, come sul tetto di un edificio, per valutarne le prestazioni in condizioni operative reali. TRL7 – Dimostrazione del prototipo del sistema in ambiente operativo: un prototipo più avanzato, vicino al prodotto finale, viene testato in un ambiente operativo. Ciò comporta test approfonditi per verificarne durata, efficienza e affidabilità in diverse condizioni meteorologiche. TRL8 – Sistema completo e qualificato: il sistema di pannelli solari è ora finalizzato, con tutti i componenti testati, qualificati e pronti per la produzione commerciale. Test rigorosi garantiscono che il sistema soddisfi tutti gli standard del settore. TRL9 – Sistema reale collaudato in ambiente operativo: la fase finale, in cui il sistema di pannelli solari è pienamente operativo e distribuito sul mercato. È dimostrato che funziona in modo affidabile ed efficiente in vari contesti del mondo reale, come edifici residenziali, proprietà commerciali e parchi solari. TRL Il viaggio della tecnologia da TRL1 a TRL9 può essere visualizzato come una progressione dalla ricerca di base alle applicazioni pratiche nel mondo reale.

Navigazione nel processo di richiesta EIC Accelerator: comprendere le sfide legate al rispetto delle scadenze

Il percorso applicativo in tre fasi di EIC Accelerator Il programma blended financing dell'acceleratore European Innovation Council (EIC), un'iniziativa fondamentale per startup e piccole e medie imprese (PMI) in cerca di finanziamenti, ha subito cambiamenti significativi nel 2021. Questi cambiamenti hanno introdotto un percorso applicativo strutturato in tre fasi processo di candidatura, ciascuno con i suoi requisiti e tempistiche distinte. Comprendere questi passaggi è fondamentale affinché i candidati possano pianificare ed eseguire in modo efficace le loro domande. Fase 1 – Breve domanda: questa fase iniziale prevede una mini-proposta, inclusa una domanda di sovvenzione scritta, una presentazione video e una presentazione. Sorprendentemente, la Fase 1 può essere preparata in meno di 30 giorni e inviata in qualsiasi momento, poiché non ha una scadenza fissa. Questa flessibilità consente ai candidati di entrare nel processo quando si sentono più preparati. Fase 2 – Applicazione completa: questa fase presenta una sfida più significativa. Richiede una domanda dettagliata e può essere presentata solo dopo l'approvazione della fase 1 e l'EIC annuncia una scadenza fissa. Storicamente, nel 2021, c’erano due scadenze di questo tipo: giugno e ottobre. La preparazione per la Fase 2 è un'impresa notevole, con un tempo di preparazione consigliato di almeno 60 giorni. Fase 3 – Colloquio faccia a faccia: l'ultimo ostacolo, la fase 3, prevede un colloquio faccia a faccia utilizzando il pitch deck della fase 2. Questo passaggio è disponibile solo per i progetti approvati nella fase 2. Le date del colloquio sono stabilite subito dopo le valutazioni della Fase 2 e i candidati in genere hanno circa 14 giorni per prepararsi a questa fase. La sfida della pianificazione e della gestione del tempo Per i candidati alle prime armi, comprendere e gestire questo processo in tre fasi può essere scoraggiante. La natura flessibile della presentazione della Fase 1 contrasta nettamente con la natura rigida ed impegnativa della Fase 2. I tempi di preparazione, sebbene apparentemente ampi, possono essere impegnativi, soprattutto per le startup e le PMI che non hanno familiarità con le complessità del processo. Fase 1: sebbene la preparazione per la fase 1 richieda relativamente meno tempo, l'assenza di una scadenza fissa implica che i richiedenti debbano autoregolamentare i tempi di presentazione. Questa fase richiede una pianificazione strategica per garantire la preparazione per i passaggi successivi e più impegnativi. Fase 2: il salto dalla fase 1 alla fase 2 è significativo. Il tempo di preparazione minimo di 60 giorni per la Fase 2, successivo all'approvazione della Fase 1, richiede ai richiedenti di passare rapidamente da una breve domanda a una proposta dettagliata e completa. Questa transizione può essere travolgente, in particolare per i richiedenti che richiedono per la prima volta e che non hanno familiarità con la profondità e i dettagli attesi dall'EIC. Passaggio 3: il passaggio finale, sebbene più breve nel tempo di preparazione, è cruciale e può essere intenso. I candidati devono essere pronti a passare rapidamente dalla presentazione della domanda completa nella fase 2 alla preparazione per un colloquio approfondito. Conclusione Navigare nel processo di candidatura di EIC Accelerator richiede un'attenta pianificazione, consapevolezza delle scadenze e comprensione dell'impegno richiesto in ogni fase. Particolarmente impegnativo è il passaggio dalla Fase 1, breve e flessibile, alla Fase 2, intensa e basata su scadenze. I candidati che si candidano per la prima volta devono affrontare questo processo con diligenza e preparazione approfondita per aumentare le loro possibilità di successo.

Distribuzione ineguale dei finanziamenti EIC Accelerator: uno sguardo più da vicino al panorama europeo

L'acceleratore European Innovation Council (EIC), un programma di finanziamento di punta nell'ambito del quadro Horizon Europe dell'Unione europea, è stato un faro di speranza per le startup e le piccole e medie imprese (PMI) in tutta Europa. Offre una combinazione unica di sovvenzioni e finanziamenti azionari, fornendo fino a 2,5 milioni di euro in finanziamenti a fondo perduto e 15 milioni di euro in finanziamenti azionari. Tuttavia, un esame più attento della distribuzione dei finanziamenti dal 2021 rivela un modello preoccupante di disuguaglianza geografica. Il ruolo di EIC Accelerator nel dare forma all'innovazione europea Il EIC Accelerator, parte della più ampia iniziativa dell'Unione Europea per promuovere l'innovazione e la crescita tra startup e piccole e medie imprese (PMI), è stato determinante nel portare a compimento idee rivoluzionarie. Ha lo scopo di supportare innovazioni ad alto rischio e impatto, guidandole dalla fase di concezione (Technology Readiness Level – TRL) fino alla maturità del mercato. Disparità geografiche nei finanziamenti EIC Accelerator Fin dalla sua istituzione, EIC Accelerator è stato determinante nel promuovere l'innovazione e sostenere progetti ad alto potenziale. Tuttavia, i dati indicano una distribuzione distorta dei fondi a favore di alcuni paesi. Nazioni come Francia, Germania e Paesi Bassi sono costantemente in cima alla lista dei beneficiari, mentre paesi come Grecia, Slovenia e Ungheria restano indietro. Questa distribuzione non uniforme solleva interrogativi sull’accessibilità e l’equità del programma EIC Accelerator. Francia, Germania e Paesi Bassi: leader nel finanziamento dell'innovazione Questi paesi sono stati storicamente in prima linea nel ricevere finanziamenti EIC. I loro robusti ecosistemi di innovazione, uniti al forte sostegno del governo e all’abbondanza di scrittori professionisti, liberi professionisti e consulenti esperti nella stesura di domande di sovvenzione UE di successo, hanno svolto un ruolo significativo in questo successo. Inoltre, la capacità di questi paesi di soddisfare i requisiti elevati di Technology Readiness Level (TRL) e di presentare in modo efficace i propri progetti durante il processo di intervista EIC Accelerator ha ulteriormente consolidato la loro posizione di leader nel garantire i finanziamenti EIC. Grecia, Slovenia e Ungheria: la lotta per le pari opportunità Al contrario, paesi come Grecia, Slovenia e Ungheria hanno dovuto affrontare sfide per garantire una quota equa dei fondi CEI. Diversi fattori contribuiscono a questa disparità. In primo luogo, la mancanza di consapevolezza e comprensione del modello di proposta ufficiale e del processo di candidatura può costituire un ostacolo significativo. Inoltre, questi paesi potrebbero non avere tanti consulenti o scrittori professionisti specializzati nelle domande di sovvenzione EIC, ostacolando la loro capacità di competere in modo efficace. Ucraina: un'esclusione notevole L'assenza dell'Ucraina dal panorama dei finanziamenti EIC Accelerator è un altro motivo di preoccupazione. Considerata la fiorente scena delle startup del Paese e il potenziale di progetti innovativi, la sua esclusione dai finanziamenti del CEI solleva dubbi sull’inclusività e sulla portata del programma. Affrontare la disuguaglianza Per correggere questi squilibri, potrebbero essere adottate diverse misure: Maggiore sostegno e formazione: fornire formazione specializzata e risorse a potenziali candidati provenienti da paesi sottorappresentati potrebbe contribuire a livellare il campo di gioco. Ciò include workshop sulla stesura di proposte convincenti e sulla comprensione delle sfumature dei criteri di valutazione di EIC Accelerator. Diversificazione dei valutatori: incorporare valutatori provenienti da una gamma più ampia di background geografici potrebbe ridurre i pregiudizi intrinseci e garantire una selezione dei progetti più diversificata ed equa. Programmi di sensibilizzazione mirati: l’implementazione di programmi di sensibilizzazione nei paesi con tassi di domanda più bassi potrebbe stimolare l’interesse e la partecipazione al programma EIC Accelerator. Maggiore trasparenza: la condivisione pubblica di statistiche dettagliate sulla distribuzione geografica dei fondi e sul processo di valutazione potrebbe migliorare la trasparenza e la responsabilità del programma. Conclusione Sebbene il EIC Accelerator rimanga uno strumento vitale per promuovere l'innovazione in Europa, affrontare le disparità geografiche nella distribuzione dei finanziamenti è fondamentale per garantire un panorama più equilibrato ed equo. Ciò non solo migliorerà la credibilità del programma, ma garantirà anche che le idee innovative provenienti da tutti gli angoli d’Europa abbiano pari opportunità di prosperare. I paesi finanziati nell'ambito del EIC Accelerator dal 2021 possono essere trovati qui: Francia (80) Germania (68) Paesi Bassi (52) Spagna (35) Regno Unito (31) Israele (29) Svezia (25) Finlandia (22) Belgio (20) Irlanda (20) Danimarca (19) Italia (18) Norvegia (13) Austria (12) Portogallo (11) Estonia (8) Polonia (6) Bulgaria (3) Islanda (3) Lituania (2) Repubblica Ceca (2 ) Romania (2) Lussemburgo (2) Slovacchia (1) Croazia (1) Grecia (1) Slovenia (1) Cipro (1) Ungheria (1) È disponibile anche l'elenco completo di tutti i beneficiari EIC Accelerator dal 2021.

Approfondimenti sul settore dai vincitori di EIC Accelerator nel 2021-2023

Il finanziamento EIC Accelerator (sovvenzione e capitale, con opzione blended financing) da parte della Commissione Europea (CE) e European Innovation Council (EIC) è progettato per finanziare startup e piccole e medie imprese (PMI) e assegna fino a 2,5 milioni di euro in sovvenzioni e 15 milioni di euro di finanziamenti azionari per progetto (17,5 milioni di euro in totale). I beneficiari sono spesso supportati da scrittori professionisti, liberi professionisti o consulenti poiché il processo di richiesta di EIC Accelerator è molto complesso e lungo. Inoltre, il programma è generalmente opaco e crea confusione per la maggior parte dei candidati alle prime armi poiché la sua documentazione è molto generica mentre le statistiche e i rapporti si concentrano principalmente su alcuni casi di studio e sulle principali industrie piuttosto che presentare un quadro generale. Analisi dei beneficiari di EIC Accelerator ChatEIC, un'intelligenza artificiale personalizzata basata su GPT-4, si sta concentrando su EIC Accelerator ed è in grado di analizzare set di dati di grandi dimensioni e di estrarre informazioni preziose che possono aiutare i richiedenti e i politici di EIC Accelerator a ottenere informazioni dettagliate sui tipi di società che vengono finanziate dal programma. Poiché tutti i beneficiari EIC Accelerator sono resi pubblici, è possibile ricavare approfondimenti sui loro settori e prodotti. Tutti i candidati EIC Accelerator che hanno ricevuto finanziamenti dal 2021 rientrano nelle seguenti categorie di alto livello in ordine di popolarità: Dispositivi medici Tecnologia ambientale Prodotti farmaceutici Biotecnologie Tecnologia dei semiconduttori Intelligenza artificiale Tecnologia agricola Tecnologia sanitaria Tecnologia spaziale Energia rinnovabile e stoccaggio Informatica quantistica Tecnologia alimentare Tecnologia dell'edilizia Tecnologia delle batterie Tecnologia automobilistica Sicurezza informatica Tecnologia pulita Tecnologia di riciclaggio Automazione industriale Veicoli elettrici Telecomunicazioni Stampa 3D Nanotecnologia Tecnologia per il trattamento delle acque Industria tessile Un approccio più granulare Ma ovviamente queste panoramiche di alto livello del settore sono ciò che è già stato riportato numerose volte. Molto spesso le aziende innovano intersecando le tecnologie esistenti ed è spesso impossibile incasellarle in un unico settore. Pertanto, il seguente elenco presenta un approccio più dettagliato riguardante tutte le aziende finanziate dall'EIC Accelerator dal 2021 e il loro rispettivo settore: Biotecnologia (75 aziende) Dispositivi medici (52 aziende) Tecnologia medica (22 aziende) Informatica quantistica (9 aziende) Tecnologia dei semiconduttori (8 aziende) ) Tecnologia agricola (7 aziende) Energie rinnovabili (6 aziende) Tecnologia ambientale (6 aziende) Farmaceutica (5 aziende) Medical Imaging (5 aziende) HealthTech (5 aziende) Diagnostica medica (5 aziende) AgriTech (4 aziende) Intelligenza artificiale (4 Aziende) Biotecnologia / Farmaceutica (3 aziende) Tecnologia delle costruzioni (3 aziende) Robotica medica (3 aziende) Tecnologia delle batterie (3 aziende) Salute digitale (3 aziende) Tecnologia automobilistica (3 aziende) Monitoraggio ambientale (3 aziende) Stoccaggio di energia rinnovabile (3 aziende) Aziende) Tecnologia spaziale (3 aziende) Materiali di imballaggio (2 aziende) Ingegneria biomedica (2 aziende) Tecnologia verde (2 aziende) Tecnologia dei trasporti (2 aziende) Cleantech HVAC (2 aziende) Cybersecurity (2 aziende) Tecnologia alimentare (2 aziende) Semiconduttori (2 aziende) Produzione additiva (2 aziende) Oncologia Biotech (2 aziende) Tecnologia dell'energia pulita (2 aziende) Tecnologia tessile (2 aziende) Tecnologia assistiva (2 aziende) Telecomunicazioni (2 aziende) Tecnologia di riciclaggio (2 aziende) Biotecnologia AI (2 aziende) Aziende) Medical Imaging AI (2 aziende) Energy Storage (2 aziende) Acquacoltura Technology (2 aziende) Realtà aumentata (2 aziende) Ingegneria aerospaziale (1 azienda) Strumentazione analitica (1 azienda) AgriTech/BioTech (1 azienda) Fotonica (1 azienda) ) Oncologia Biotecnologia (1 azienda) Ricarica di veicoli elettrici (1 azienda) Diagnostica dermatologica (1 azienda) Biotecnologia Coloranti (1 azienda) Tecnologia dei materiali (1 azienda) LiFi Aerospace Communication (1 azienda) Artificial Intelligence Imaging (1 azienda) Space Tech (1 azienda) Stoccaggio di energia verde (1 azienda) Imaging biomedico (1 azienda) Materiali biodegradabili (1 azienda) Ottimizzazione dei trasporti (1 azienda) Monitoraggio della qualità dell'aria interna (1 azienda) Visione artificiale (1 azienda) Tecnologia sanitaria (1 azienda) Sportstech o indossabile Tecnologia (1 azienda) Ricarica wireless (1 azienda) Bioinformatica SaaS (1 azienda) Tecnologia del linguaggio sintetico (1 azienda) FoodTech / AgriTech (1 azienda) Terapia oncologica (1 azienda) Pompe di calore termoacustiche (1 azienda) Medtech Robotics (1 azienda) Acquacoltura (1 azienda) Tecnologia marittima sostenibile (1 azienda) Filtri antiradiazioni (1 azienda) Biotecnologia agricola (1 azienda) EdTech (tecnologia educativa) (1 azienda) AgriTech AI (1 azienda) Imballaggi sostenibili (1 azienda) Elettronica di potenza ( 1 azienda) Ortopedia Biotecnologia (1 azienda) Strumenti per l'edilizia ecologica (1 azienda) Sicurezza spaziale (1 azienda) Tecnologia fotonica (1 azienda) Produzione aerospaziale (1 azienda) Materiali isolanti (1 azienda) Tecnologia di analisi dei gas (1 azienda) Biotecnologia o medicina Dispositivi (1 azienda) Piattaforma di contenuti di gioco (1 azienda) Additivi di origine biologica (1 azienda) Tecnologia farmaceutica (1 azienda) Tecnologia marina (1 azienda) Veicoli elettrici (1 azienda) Tecnologia musicale (1 azienda) Biotecnologia/Industria farmaceutica (1 azienda) Azienda) Automazione industriale (1 azienda) Tecnologie di termodinamica/raffreddamento (1 azienda) Internet delle cose (IoT) (1 azienda) Tecnologia di navigazione con droni (1 azienda) Distribuzione di media digitali (1 azienda) Produzione di biocontrollo (1 azienda) Software per biotecnologie (1 azienda) Azienda) Tecnologia dell'esoscheletro (1 azienda) Tecnologia energetica (1 azienda) Gestione dell'energia (1 azienda) Comunicazioni quantistiche (1 azienda) Strumenti analitici (1 azienda) Reti mobili (1 azienda) Termodinamica (1 azienda) Produzione di calzature (1 azienda) Tecnologia alimentare (1 azienda) Tecnologia finanziaria (FinTech) (1 azienda) Attrezzature mediche (1 azienda) Metrologia ottica (1 azienda) Tecnologia mineraria (1 azienda) Tecnologia aerospaziale (1 azienda) Gestione dei rifiuti (1 azienda) Riciclaggio tessile (1 azienda) Automotive Sensori (1 azienda) Logistica aerospaziale (1 azienda) Tecnologia logistica (1 azienda) Tecnologia dei biocarburanti (1 azienda) Energia nucleare (1 azienda) Tecnologia climatica (1 azienda) Biotecnologia farmaceutica (1 azienda) Energia solare (1 azienda) Materiali per batterie ( 1 azienda) Tecnologia dentale (1 azienda) IP semiconduttori (1 azienda) Soluzioni HVAC (1 azienda) Analisi geospaziale (1 azienda) Analisi dei dati climatici (1 azienda) Micotecnologia (1 azienda) Trasmissione di elettricità (1 azienda) Analisi delle batterie (1 azienda) ) Tecnologia e-commerce (1 azienda) Tecnologia analitica (1 azienda) Sensore biotecnologico (1 azienda) Medicina personalizzata (1 azienda) Galvanotecnica (1 azienda) Dispositivi ortopedici (1 azienda) Tecnologia enologica (1 azienda) Ingegneria geotecnica (1 azienda) Industria della fotonica (1 azienda) Comunicazioni wireless (1 azienda) Produzione biotecnologica (1 azienda) Tecnologia dell'allevamento (1 azienda) Costruzione di robotica (1 azienda) Agricoltura cellulare (1 azienda) Conservazione marina (1 azienda) Biotecnologia agricola (1 azienda) AgriTech/ BioTech (1 azienda) Manutenzione predittiva (1 azienda) Green Packaging (1 azienda) Ocean Acoustics (1 azienda) Supply Chain Technology (1 azienda) Biotecnologia o Agribiotech (1 azienda) Green Tech (1 azienda) Materiali da costruzione (1 azienda) Avanzato Tecnologia dei sensori (1 azienda) Assistenza visiva AI (1 azienda) Tecnologia per l'allevamento degli insetti (1 azienda) Produzione fotovoltaica (1 azienda) Produzione di accumulo di energia (1 azienda) Tecnologia audio (1 azienda) Trattamento delle acque (1 azienda) Riciclaggio elettronico (1 azienda) ) Tecnologia indossabile (1 azienda) Optoelettronica … Per saperne di più

Il problema di valutazione di EIC Accelerator nel 2022

Nel 2021, EIC Accelerator blended financing (precedentemente SME Instrument Fase 2, sovvenzione e capitale) ha completato il suo primo anno nell'ambito del nuovo quadro di candidatura (leggi: Processo di candidatura). Con due scadenze nel 2021 (giugno e ottobre), ha presentato una ripida curva di apprendimento per le piccole e medie imprese (PMI), gli scrittori professionisti e il European Innovation Council (EIC). È stato lanciato un nuovo processo online per le domande EIC Accelerator, che è stato continuamente migliorato parallelamente alle prime domande di sovvenzione, che presentavano sfide uniche al modo in cui l'EIC e i consulenti comunicavano con i potenziali richiedenti. Le scadenze sono state spostate, le informazioni trapelate erano più affidabili dei comunicati stampa ufficiali dell'EIC e i commenti forniti dai valutatori hanno suscitato alcune controversie. Sebbene una maggiore trasparenza sia generalmente un passo positivo, soprattutto per un'istituzione pubblica finanziata attraverso le tasse dei cittadini, può rivelarsi controproducente se mette in luce significative incoerenze. Questo articolo si propone di esplorare alcune di queste incoerenze. Le fasi di candidatura Il European Innovation Council e l'Agenzia esecutiva per le PMI (EISMEA), la Commissione europea (CE) e l'EIC hanno elaborato un nuovo processo di candidatura che prevede 3 fasi distinte (nota: queste non sono correlate alle fasi del 2020). Questo nuovo processo si basa fortemente sull'uso di un modulo di presentazione online e ha gradualmente eliminato la maggior parte dei formati PDF/documento utilizzati dai richiedenti prima del 2021. In sintesi, i passaggi attuali sono: Passaggio 1: una mini-applicazione (testo , video, presentazione). Per avere successo, almeno 2 valutatori su 4 devono approvare la domanda. Passaggio 2: una lunga domanda (testo, documenti di supporto, presentazione). Per avere successo, almeno 3 valutatori su 3 devono approvare la candidatura. Passaggio 3: un colloquio a distanza o di persona. Tutti i membri della giuria devono approvare la domanda per avere successo. Le startup devono superare con successo tutti e tre i passaggi nell’ordine designato per ricevere il finanziamento EIC Accelerator. Ogni passo tentato, riuscito o meno, riceverà allo stesso modo commenti dettagliati da parte dei valutatori o dei membri della giuria. Nota: attraverso il programma accelerato implementato dall'EIC, alcune aziende possono saltare alcuni passaggi se le rispettive condizioni sono soddisfatte. Fase 1 La fase 1 è progettata per suscitare l'interesse del valutatore, come affermato dall'EIC. Si tratta di una versione molto breve di un piano aziendale e non fornisce informazioni dettagliate sulle finanze, sui pacchetti di lavoro pianificati o su altre parti critiche del progetto di innovazione. Anche il pitch deck si riduce a un documento di 10 diapositive che verrà letto e non effettivamente presentato. La soglia di successo della Fase 1 è molto facile da superare poiché solo 2 valutatori remoti su 4 devono fornire una revisione favorevole che consentirà al candidato di passare alla Fase 2 (vedere tassi di successo). Fase 2 La fase 2 è una presentazione molto approfondita del progetto di innovazione proposto poiché richiede la creazione di un business plan che consiste quasi esclusivamente di testo, fornisce pochissimi dati visivi e chiede alle PMI richiedenti di rispondere a molte domande dettagliate. Questi includono la catena del valore, le descrizioni dei prodotti, il background tecnico, le analisi di mercato, le strategie commerciali e molti altri dettagli. Questa fase si è rivelata la fase più selettiva e anche quella più impegnativa in termini di lavoro dell'EIC Accelerator. Fase 3 La fase 3 è un colloquio a distanza o di persona che consiste in una presentazione di 10 minuti e una sessione di domande e risposte di 35 minuti. L'intervista si baserà sulla domanda presentata per la Fase 2 e sul pitch deck, ma i giurati potrebbero non avere molta familiarità con tutti i contenuti forniti. Progressione lineare tra i passaggi Sebbene il nuovo processo per le applicazioni EIC Accelerator sembri moderno, ha aggiunto un nuovo livello di problemi che è collegato alla sua struttura in 3 fasi. Quando si genera un processo di candidatura che esamina le aziende per più mesi, è importante assicurarsi che ogni fase di valutazione presenti una progressione lineare rispetto alla fase precedente. Se le valutazioni della Fase 1 e della Fase 2 sono troppo diverse, ciò comporterà inevitabilmente uno spreco di sforzi sia per i richiedenti che per i revisori. Per essere trasparente su questo fatto, l'EIC dovrebbe pubblicare dati di controllo della qualità in cui i risultati di tutte e tre le fasi, se disponibili per ciascun richiedente, sono correlati per identificare se una sezione è stata valutata in modo coerente in più fasi. Se tutti i valutatori approvassero un modello di business molto dettagliato nella fase 2 ma i membri della giuria ne mettessero in dubbio all’unanimità la qualità nella fase 3, il processo sarebbe viziato. Sulla base delle prime applicazioni nel 2021, è chiaro che le tre fasi hanno diversi gradi di profondità, un focus diverso e utilizzano pool di valutatori diversi, il che porta intrinsecamente a limitazioni significative. Di conseguenza, il processo non è del tutto lineare. Conflitti tra le valutazioni Un processo di candidatura lineare vedrebbe un progetto con un punteggio perfetto nella Fase 1 ottenere buoni risultati nella Fase 2. Un progetto che ha presentato dozzine di pagine sulla strategia commerciale e ha ricevuto un punteggio perfetto dai valutatori nella Fase 2 non dovrebbe avere questa revisione può essere invertita nella Fase 3. Mentre la differenza quantitativa tra la Fase 1 e la Fase 2 è significativa e può portare a cambiamenti nella qualità percepita, la differenza tra la Fase 2 e la Fase 3 dovrebbe essere minuscola. In un processo lineare, non dovrebbe mai verificarsi il caso in cui un modello di entrate sia stato valutato perfettamente nella fase 2 per poi essere rifiutato con recensioni negative nella fase 3. Ma tali casi si verificano frequentemente poiché circa 50% di candidati verranno respinti nella fase 3. le ragioni principali sono aspetti commerciali. Se il progetto non è cambiato tra le due fasi, allora come è possibile che i valutatori della Fase 2 valutino un progetto in modo così diverso dalla Giuria della Fase 3? L'applicazione della Fase 2 presenta un livello di dettaglio senza precedenti rispetto agli anni precedenti, quindi la mancanza di contenuti non rappresenterebbe una ragione inadeguata per la discrepanza. È inoltre improbabile che un richiedente fornisca intenzionalmente informazioni false o agisca in modo fraudolento, quindi come si può spiegare un risultato del genere? I giurati dell’EIC… Per saperne di più

I nuovi livelli di prontezza tecnologica (TRL) per il 2021 EIC Accelerator

Il EIC Accelerator blended financing (precedentemente SME Instrument Fase 2, sovvenzione ed equità) ha apportato modifiche significative nel 2021 e ha superato con successo il suo primo ciclo di presentazione e approvazione per i nuovi beneficiari (leggi: Re-inventare EIC Accelerator). Delle oltre 1.500 startup e piccole e medie imprese (PMI) che hanno presentato domanda da aprile 2021 (leggi: revisione dello strumento AI), 65 sono state ora selezionate per il finanziamento poiché hanno superato con successo la fase 1 (breve domanda + video) , Fase 2 (domanda lunga) e Fase 3 (colloquio di persona di tipo VC). Livelli di preparazione tecnologica (TRL) nel 2021 Sebbene siano stati apportati molti cambiamenti, uno dei cambiamenti più rilevanti per potenziali candidati, scrittori professionisti e consulenti sono i livelli di preparazione tecnologica (TRL). Un'analisi delle precedenti iterazioni dei TRL può essere trovata qui: Livelli di preparazione tecnologica (TRL) per EIC Accelerator (SME Instrument) Come il EIC Accelerator finanzia i livelli di preparazione tecnologica (TRL) (SME Instrument) Dal 2021, le loro nuove definizioni sono le seguenti: Base Ricerca: principi di base osservati Formulazione tecnologica: concetto tecnologico formulato Convalida dei bisogni: prova sperimentale del concetto Prototipo su piccola scala: tecnologia convalidata in laboratorio Prototipo su larga scala: tecnologia convalidata nell'ambiente pertinente (ambiente rilevante dal punto di vista industriale nel caso di tecnologie abilitanti chiave) Sistema prototipo: Tecnologia dimostrata nell'ambiente pertinente (ambiente rilevante dal punto di vista industriale nel caso delle tecnologie abilitanti chiave) Sistema dimostrativo: dimostrazione del prototipo del sistema in un ambiente operativo Sistema commerciale primo nel suo genere: sistema completo e qualificato Applicazione commerciale completa: sistema effettivo collaudato in un ambiente operativo (produzione competitiva nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali; o nello spazio) Il TRL iniziale per l'EIC Accelerator Per l'EIC Accelerator, si consiglia di iniziare con un TRL di 5 o 6 poiché questo è generalmente il livello del prototipo che garantisce ulteriori finanziamenti e successivi investimenti azionari per il ridimensionamento delle operazioni. Poiché EIC Accelerator consente anche domande di sola partecipazione, il limite superiore per il punto di partenza di una domanda EIC è TRL8. Le regole specifiche per questo processo sono delineate nel programma di lavoro pubblicato dalla Commissione Europea e dall'EIC: EIC Accelerator supporta le fasi successive dello sviluppo tecnologico e lo scale-up. La componente tecnologica della vostra innovazione deve quindi essere stata testata e convalidata in un laboratorio o in un altro ambiente pertinente (ad esempio, almeno il livello di preparazione tecnologica 5/6 o superiore). Questo estratto indica il punto di partenza per le tecnologie finanziate nell'ambito del EIC Accelerator. Tutte le innovazioni devono aver raggiunto almeno TRL5. Differenze tra capitale proprio e finanziamento tramite sovvenzione Componente di sovvenzione fino a 2,5 milioni di EUR per lo sviluppo e la convalida della tecnologia (TRL da 5/6 a 8); Componente di investimento da 0,5 a 15 milioni di euro per l'espansione e altre attività. Ciò significa che la componente di sovvenzione è strettamente mirata a tutte le attività che terminano a TRL8 o inferiore. La componente azionaria non presenta vincoli e può essere applicata lungo tutto il ciclo di vita da TRL5 a TRL9. Puoi richiedere solo una componente di sovvenzione o una sovvenzione prima (vale a dire un massimo di 2,5 milioni di euro per coprire TRL da 5/6 a 8 e senza richiedere una componente di investimento per TRL 9) se non hai precedentemente ricevuto il supporto di sola sovvenzione EIC Accelerator. Se viene richiesta solo una sovvenzione (e nessuna partecipazione) la fine del progetto sarà TRL8 per quanto riguarda l'EIC. Ulteriori giustificazioni su come viene raggiunto TRL9 devono essere incluse dai richiedenti. Se la proposta riceve un GO e viene raccomandata per il finanziamento, la giuria può raccomandare di ridurre l'importo della sovvenzione se vengono rilevate attività superiori a TRL 8. La regola TRL8 per il finanziamento della sovvenzione viene applicata rigorosamente, quindi nessun richiedente dovrebbe cercare di aggirare questo limite (ad esempio tentando per finanziare le attività di TRL9 tramite una sovvenzione). [Capitale] è destinato a finanziare l'implementazione e l'espansione del mercato, ma può essere utilizzato anche per altri scopi (incluso il cofinanziamento o addirittura il finanziamento completo di attività di innovazione). Si afferma chiaramente che il finanziamento azionario di EIC Accelerator è applicabile anche alle attività tra TRL5 e TRL8 (attività di innovazione). Sommario In breve, il rispettivo finanziamento fornito dall'EIC per un progetto EIC Accelerator è suddiviso in: Equità (dal Fondo EIC): Finanzia le attività da TRL5 a TRL9 Sovvenzione (dalla Commissione Europea): Finanzia le attività da TRL5 a TRL8 Quando si richiede il finanziamento , è possibile richiedere sia la sovvenzione che l'equità (ovvero blended financing), mentre entrambe sono facoltative poiché un richiedente può anche richiederne l'una senza l'altra (ovvero solo equità, solo sovvenzione o sovvenzione-prima).

Sull'assunzione di un consulente o di uno scrittore di sovvenzioni per il 2021 EIC Accelerator (SME Instrument)

Il EIC Accelerator blended financing (precedentemente SME Instrument Fase 2, sovvenzione ed equità) ha introdotto una nuova fase nel processo di candidatura nel 2021 che funge da mini-proposta denominata Fase 1 (leggi: Re-inventare EIC Accelerator). Include materiali come una domanda di sovvenzione scritta, una presentazione video e una presentazione che devono essere inviati alla piattaforma AI European Innovation Councils (EIC) (leggi: AI Tool Review). Con questa modifica, il EIC Accelerator ha ora tre Step da superare, ovvero Step 1 (domanda breve), Step 2 (domanda completa) e Step 3 (colloquio faccia a faccia) (leggi: Raccomandazioni per l'EICA) ma molti le startup e le piccole e medie imprese (PMI) non sono sicure del significato di questi passaggi e delle scadenze e tempistiche ad essi associati. Come breve guida, i candidati possono fare riferimento alle seguenti note: La fase 1 è una breve domanda che può essere preparata in meno di 30 giorni e può essere inviata in qualsiasi momento senza una scadenza fissa (leggi: flusso di lavoro video presentazione) La fase 2 è molto domanda lunga che può essere presentata solo se (i) la fase 1 è stata approvata e (ii) l'EIC ha pubblicato una scadenza fissa. Nel 2021 ci sono stati due cut-off, ovvero giugno e ottobre. Il tempo minimo per preparare la domanda per la Fase 2 dovrebbe essere di 60 giorni, ma si consiglia di trascorrere di più. La Fase 3 è un'intervista faccia a faccia che utilizza il pitch deck inviato nella Fase 2. È disponibile solo per i progetti che sono stati approvati nella Fase 2 e le date per questa Fase sono fissate subito dopo la conclusione delle valutazioni della Fase 2. rilasciato (ovvero la settimana del pitch). La preparazione per questo passaggio può essere eseguita in 14 giorni. Cosa sviluppare da soli e cosa esternalizzare Non esiste una regola generale su quando assumere un consulente o uno scrittore professionista o se ne sia necessario uno. I modelli di proposta ufficiali, il programma di lavoro e le linee guida (ad esempio per il fondo CEI e lo strumento AI) sono disponibili al pubblico, il che significa che ogni azienda è tecnicamente in grado di presentare domanda per conto proprio. È necessario fare considerazioni riguardo alle risorse disponibili e ai tempi di scrittura della sovvenzione. Per la Fase 1, lo sforzo è relativamente piccolo: Vantaggi dello sviluppo interno della Fase 1 La Fase 1 richiede uno sforzo in termini di tempo relativamente ridotto La Fase 1 è relativamente facile da sviluppare Non viene sprecato denaro nel caso in cui il progetto non sia adatto per EIC Accelerator (cioè alcuni le società di consulenza si occuperanno dei casi di scarso successo) Pieno controllo sul risultato Vantaggi dell'assunzione di un consulente Un consulente può modellare il progetto e renderlo più efficace ed evitare segnali di allarme Far parte della Fase 1 semplificherà il processo della Fase 2 Ottimizzare il punteggio automatizzato sulla piattaforma AI basata sull'esperienza Risparmio di tempo Stretto contatto con l'EIC per essere preparati a cambiamenti imprevisti I consulenti ripresenteranno una proposta se rifiutata mentre un progetto rifiutato avrà difficoltà ad assumere un consulente Gli svantaggi di ciascun approccio sono l'opposto di l'uno dall'altro, il che significa che ciò che è un vantaggio nell'assumere un consulente sarà lo svantaggio di preparare da soli una domanda. Per la Fase 2, il confronto sarebbe il seguente: Nota: il confronto per la Fase 2 presuppone che i candidati abbiano presentato con successo domanda per la Fase 1 da soli e stiano valutando la possibilità di assumere un partner della Fase 2. Vantaggi dello sviluppo interno della fase 2 Risparmio sui costi Pieno controllo sul risultato Vantaggi dell'assunzione di un consulente Un consulente può modellare il progetto e renderlo più efficace oltre a evitare segnali di allarme Organizzazione dello sviluppo del progetto e collaborazione tra il team di gestione per soddisfare le esigenze scadenza Risparmio di tempo Stretto contatto con l'EIC per essere preparati a cambiamenti imprevisti Ci sono una serie di considerazioni da fare insieme ai compromessi generali derivanti dall'assunzione di una società di consulenza sopra elencati. Uno di questi è il modo in cui le aziende valutano le proprie capacità e il modo in cui giudicano gli sforzi compiuti. Non è raro che un consulente venga contattato da un cliente che desidera candidarsi alla Fase 1 da solo, menzionando casualmente di aver ottenuto un punteggio B o C in tutti i segmenti degli strumenti AI, anche se il progetto è altamente qualificato per EIC Accelerator. Solo perché il passaggio 1 è relativamente facile da preparare non significa che sia un frutto a portata di mano. È necessario dedicare uno sforzo significativo alla preparazione della domanda, indipendentemente dalla sua semplicità. Sì, l'EIC vuole facilitare la presentazione della domanda da parte dei candidati e vuole evitare che perdano tempo con una domanda lunga se non hanno alcuna possibilità di successo. Ma questo non significa che i valutatori otterranno un progetto con un input minimo o leggeranno tra le righe. Le aziende molto impegnate spesso pensano che preparare una domanda rapida sia sufficiente, ma questo non si applica alle sovvenzioni EIC. Un'azienda dovrebbe essere pronta a fare il possibile con la domanda e a compilare ogni sezione con la massima attenzione e impegno. Conclusione Il modo migliore per rispondere alla domanda su quando assumere un consulente sarebbe quello di decidere innanzitutto se la preparazione interna della proposta è un'opzione (vale a dire disponibilità di tempo, personale qualificato). In secondo luogo, l'azienda dovrebbe parlare con le società di consulenza per identificare se il progetto ha adeguate possibilità di successo (si consigliano più opinioni poiché alcune società di consulenza non sono sufficientemente selettive). In terzo luogo, l’azienda deve soppesare i compromessi della scrittura interna delle proposte, vale a dire l’intenso tempo richiesto, in particolare per la fase 2, ma anche il carico di lavoro del team di gestione che farebbe meglio a concentrarsi su compiti rilevanti per il business invece di scrivere.

Rasph - Consulenza EIC Accelerator
it_IT